ABC del diritto di protezione del minore e dell’ adulto

 
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Accompagnamento di visita («Besuchsbegleitung»)

Se il diritto di visita non può essere predisposto dopo una separazione, l’ARP o un tribunale possono ordinare visite accompagnate. È il caso, ad esempio, se i genitori sono stati violenti in passato o se la fiducia tra le due parti è cosi distrutta che da voler impedire il contatto con i bambini. La misura dovrebbe essere adattata alle esigenze del bambino e alla situazione. I professionisti accompagnano i genitori, ad esempio, quando si consegnano i figli. Danno loro consigli su come risolvere da soli i malintesi o i conflitti. Aiutano il genitore assente e i figli a stabilire gradualmente un contatto. Oppure sono presenti quando si tratta di fare una passeggiata o di giocare a calcio insieme.

Affidamento congiunto («Elterliche Sorge»)

L'affidamento (art. 296 e segg. CC) comprende tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. I genitori condividono questi doveri. Anche se si separano, l'affidamento congiunto è la regola. Devono anche risolvere congiuntamente le questioni di cura e manutenzione o lasciarle regolare dalle autorità. L'affidamento congiunto è il diritto di prendere insieme le decisioni importanti nella vita del bambino. Questi includono, ad esempio, l'istruzione, lo stile di educazione, lo stile genitoriale, così come le decisioni mediche e religiose. In casi gravi in cui il benessere di un bambino è a rischio, l’ARP o il tribunale possono revocare l'affidamento a un genitore. Tuttavia, il diritto di contatto personale rimane. Anche l'obbligo di pagare gli alimenti non cessa. Se l'affidamento dei genitori viene revocato ad entrambi i genitori, al minore viene assegnato un tutore (art. 311 cpv. 2 CC).

ARP (Autorita regionale di protezione del minore e dell'adulto) («KESB»)

A seconda del Cantone, l’ARP è un tribunale o un'autorità paragiudiziaria. Prende decisioni indipendentemente dall'amministrazione comunale, ma è soggetta alla legislazione. Come suggerisce il nome, il suo compito nella protezione dei bambini e degli adulti è quello di trovare una soluzione insieme alle persone interessate e di scongiurare i pericoli. A tal fine, deve prendere decisioni importanti, ordinare misure e controllarle continuatamente. Un membro dell'autorità è responsabile di ogni procedura, ma la decisione viene sempre presa da un organo di tre membri. I curatori o professionisti nominati attuano infine le misure. Essi consigliano e sostengono le persone interessate nella loro vita quotidiana.

Audizione (in genere) («Anhörung»)

Le persone interessate devono potersi esprimere personalmente sulla situazione (art. 447 CC). Durante l'audizione possono presentare il loro punto di vista, commentare i risultati dell'indagine e proporre le proprie soluzioni. Da parte sua, l'autorità verifica se ha chiarito i fatti e tratto le conclusioni corrette. Se la dichiarazione e i risultati non coincidono e le discrepanze non possono essere spiegate, sono necessari ulteriori chiarimenti. L'udienza viene solitamente registrata. Si consiglia alle parti interessate di leggere attentamente i relativi verbali prima di firmarli.
Se non si è d'accordo con i verbali d'udienza o se non ci sono verbali disponibili, si possono proporre emendamenti o presentare verbali propri. Tuttavia, non è possibile richiedere una modifica del documento ufficiale. Se l'interessato desidera presentare ulteriori emendamenti scritti dopo l'audizione orale, può farlo durante l'udienza.

KESCHA
Dörflistrasse 50
8050 Zürich

T +41 44 273 96 96
nfkschch

Consultazioni solo telefoniche

Orari di apertura

Lunedì - Giovedì

09.00 - 11.30

14.00 - 16.30


Venerdì


14.00 - 16.30